Siamo vicini, sempre.

assistenza_imgLo I.O.M. Jesi e Vallesina si propone di attuare e sviluppare un programma di assistenza domiciliare organizzata in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Regionale di Riferimento per assistere i pazienti affetti da cancro o da altre malattie croniche evolutive ed irreversibili in fase avanzata, al fine di garantire qualità e dignità della vita alle persone sofferenti.
Delle iniziative e dei servizi così promossi ed organizzati, potranno beneficiare gratuitamente e nei limiti della disponibilità dell’Associazione, i pazienti individuati tramite un protocollo che sarà elaborato dal Consiglio Direttivo dell’Associazione in conformità con le Leggi nazionali e regionali in materia e con le convenzioni in essere.

Collaborano con lo I.O.M., gratuitamente, specialisti in oncologia, cardiologia, angiologia, urologia, ginecologia ed altre branche, offrendo sempre gratuitamente, le loro consulenze al malato.

Il malato oncologico ha principalmente bisogno di una terapia medica che ne allevi le sofferenze fisiche. Il personale infermieristico si prende cura quindi dell’ammalato dandogli tutto il sostegno di cui ha bisogno, effettuando le terapie domiciliari su prescrizione medica ossia terapie di supporto (flebo, ecc.) medicazioni, nutrizione parenterale ed enterale, terapia del dolore, prelievi ed emotrasfusioni.

Lìassistenza al malato oncologico viene richiesta dal medico di famiglia attraverso il modulo di attivazione cure domiciliari compilato nelle sue parti e consegnato alla segreteria dell’Associazione che lo inoltrerà al coordinatore degli infermieri. Sarà cura di quest’ultimo contattare la famiglia e definire la data del primo accesso.

Una volta valutata la situazione viene programmata la frequenza per l’assistenza necessaria. Qualora il paziente oncologico fosse dimesso dall’ospedale, sarà lo stesso medico ospedaliero a richiedere l’attivazione del servizio IOM in modo che ci sia un immediato passaggio di consegne che consentano al paziente di continuare a domicilio, nel modo migliore, la terapia intrapresa.

Anche se il paziente ha esaurito la cura perché è migliorato, gli infermieri saltuariamente verificheranno il suo stato di salute effettuando delle visite di cortesia.

L’Associazione si avvale anche dell’aiuto di un gruppo di volontari, formati attraverso dei corsi, che possono aiutare la famiglia ed il malato. A seguito di numerose richieste da parte delle famiglie ci avvaliamo della collaborazione di un operatrice socio sanitaria (O.S.S.) che si occupa dell’igiene personale del paziente.

L’Associazione ritiene che l’assistenza integrale che comprende tutti i campi, da quello medico a quello psicologico, sia la soluzione ottimale per assicurare al malato la sua dignità e alla famiglia la migliore condizione di vita possibile